Fantasy Comix: Intervista nella fumetteria di Novara

Ciao a tutti sono Mike, oggi su Log Pose Comics vi voglio parlare delle fumetterie italiane.

Per parlare bene di questo argomento, ho intervistato le due proprietarie di una fumetteria nella mia città, il Fantasy Comix a Novara.

Ad oggi si crede che le fumetterie andranno a chiudere, che il futuro sia solo online. Si pensa che i ragazzi siano per la maggiore per i manga e gli anime, si pensano tante cose a cui voglio dare risposta andando proprio da chi gestisce una fumetteria. Vi farò andare assieme a me, dietro le quinte di una Fumetteria.

Come siete nati come fumetteria?

Abbiamo rilevato questa fumetteria un anno fa. Abbiamo scoperto da nostri amici che era in vendita e abbiamo colto questa occasione. Abbiamo da anni frequentato l’ambiente creando i giusti agganci per poter entrare in questa attività.

Ad oggi essere Nerd/Otaku è una moda, prima era di nicchia, erano viste come cose da bambini e si veniva considerati come sfigati. Ad oggi grazie a Miyazaki e molti altri, questi pregiudizi sono stati parzialmente rimossi, donando valore e maturità a queste opere. Ad oggi per voi la fumetteria è ancora una “Safe zone” dove ci si sente nel proprio mondo, accettati, là dove la società non lo fa, oppure essendo una moda si è perso questo aspetto della fumetteria.

Si ai nostri tempi se eri grandicello e ti piacevano i cartoni animati eri un povero sfigato per la società. Adesso non più fortunatamente, sono tanti i ragazzi e le ragazze, anche pre adolescenti, che guardano molti anime in lingua originale e vengono a cercare qui da noi, anche titoli che non sono ancora arrivati. Ad oggi non è solo una moda ma è quotidianità, abbiamo fasce d’età che spaziano dalle scuole medie in sù. Delle volte sono proprio i più piccoli che ti stupiscono, le nuove generazioni sono super informate, magari ti cercano il manga autoriale oltre ai soliti manga che vanno ad oggi. Tramite Youtube e Twitch arrivano con le idee ben chiare.

Quali vantaggi offre un negozio fisico rispetto ad un negozio online?

Molti che vengono qua hanno provato a comprare online, però ci sono molti servizi che un negozio online non può darti, per questo motivo tornano sempre qua. Oltre al classico chiacchiere e consigli, ci sono vantaggi funzionali. Ad esempio la ricerca degli arretrati o dei titoli in particolare. Noi in quanto negozio offriamo un servizio, tu hai bisogno di uno specifico numero, oppure vuoi iniziare con dei primi volumi ma devi aspettare la ristampa, ce lo comunichi e appena disponibili te li ordiniamo, senza che tu debba ogni giorno controllare o rischiare di non fare l’acquisto in tempo, in negozio hai la garanzia che appena esce hai la tua copia pronta da ritirare. Poi ad esempio, vuoi cominciare un nuovo manga, sono usciti 8 volumi, le ristampe stanno finendo e tu economicamente non puoi acquistarle tutte assieme? Non c’è problema, te le ordiniamo e teniamo tutte in negozio, così tu puoi anche acquistare comodamente 2 volumi al mese, cosa che online non puoi fare, li o acquisti tutto subito oppure rischi di non trovarne più. Ad esempio Panini non stampa in ordine, va un pò a caso e tu ti ritrovi magari con un mese i primi volumi e poi il mese dopo te ne escono 8 assieme, affidandoti ad un negozio non hai di questi problemi, perchè te li teniamo in negozio e li ritiri con i tuoi tempi.

Com’è il mercato dei manga in italia?

Ha il monopolio la panini. Fai conto che 80% dei titoli che escono è roba loro, essendo che puoi acquistare solo dal loro sito, ciò ti mette in difficoltà, perché ad oggi appena esce qualcosa su uno store online, o sei rapidissimo e fortunato, o è già esaurito. Noi abbiamo un preordine di un paio di mesi, lasciando stare i ritardi di Panini come con Akira, che doveva uscire a dicembre ed è uscito a marzo, però prima spedizione metà arriva come previsto, seconda spedizione ti arrivano prima 5 poi 3, così non riesci ad organizzarti. Con chi è più adulto ed è nel settore sa che succedono queste, i più giovani no e ogni volta gli devi spiegare perchè il numero che voleva non c’è.

Le scan vanno a impattare molto sulle vendite, che differenze ci sono da prima e dopo l’avvento delle scan?

Non più di quanto si pensi, perché il principale cliente, in piccola o in grande parte è anche un collezionista. Il collezionista ti legge la scan ma poi viene a rimediare la copia fisica. Magari in italia non è ancora arrivata la prima stampa, quindi lo legge in scan ma appena esce, soprattutto con la variant, stai pur certo che già due mesi prima c’è la massa di preordini. Quindi spesso uno legge la scan, gli piace così tanto che va a rimediare in manga.

In futuro il mercato dei manga in italia sarà solo online oppure no?

Adesso bisogna per forza avere un negozio online, anche noi ci stiamo attrezzando e a breve arriverà anche il nostro. Ma uno non esclude l’altro. Nel negozio online hai la comodità, nel negozio fisico hai dei servizi come ho detto prima, esisteranno sempre in parallelo completandosi a vicenda.

Richiesta più particolare o strana capitata in negozio?

Beh abbiamo due clienti che ci vengono ad ordinare solo Hentay. A volte ci è capitato che dei ragazzini molto piccoli ci venissero a chiedere Killing Stalking, li ovviamente noi non andiamo a venderlo. Va bene gli Yaoi, che nei clienti femminili è molto richiesto, ma fino ad un certo punto. Ovviamente ci comportiamo così solo in casi limite. Come J-Pop che mette il bollino e sigilla determinati manga, con scritto che contiene immagini esplicite, oppure ci ha mandato dei bollini che poi noi andiamo ad applicare.

Più clienti maschi, come lo stereotipo dice, oppure no?

Sono tante le ragazze che vengono da noi, la maggior parte vanno sugli Yaoi. Ad oggi le due parti si equivalgono.

Se io fossi un amante dei Manga, che per soldi o tempo legge soltanto scan. Come mi convinceresti ad optare, o affiancare, il manga cartaceo?

Tenere in mano il fumetto fisico è parte integrante dell’esperienza che ti da leggere i manga. L’odore della carta stampata, la consistenza, il collezionismo, parliamoci chiaro leggerlo fisicamente è tutta un’altra cosa.

Da gli anni 90 ad oggi il fumetto è cambiato molto, ad oggi vedete un evoluzione oppure un appiattimento a favore di ciò che piace alla massa?

A parte Marvel e DC Comics che sono nella loro bolla, come anche Disney con Topolino o PK che sono che sono casi unici. Mentre nei manga vediamo da parte dei Mangaka una ricerca di argomenti scomodi, spinosi e molto seri. Come ad esempio Karma of Purgatory che principalmente parla del suicidio. Si cerca di trasmettere emozioni forti e con personaggi carismatici, come ad esempio My Hero Academia che in America sta facendo un enorme successo grazie al carisma e i messaggi che il Mangaka riesce a trasmettere attraverso i personaggi e lo stile. Attack on Titan è riuscito a fare qualcosa di estremamente innovativo sotto molti aspetti, partendo in maniera molto furba e poi prendendo una piega veramente spettacolare. Quindi si c’è un’evoluzione, una crescita, ma anche tante opere che vanno a favore della massa.

Una lettura che consigliate ai ragazzi e ragazze che vogliono aprirsi per la prima volta a questo mondo?

Il titolo che solitamente mette d’accordo tutti, sia ragazzi e ragazze è Hanako-Kun. Dall’esperienza in negozio tendiamo a consigliarlo, proprio perché abbiamo visto molti che, portando amici o amiche, andavano a consigliarlo e poi tornavano sempre per continuare e esplorare altro. Molti si approcciano anche con Demon Slayer, ma noi ci sentiamo di consigliare ad una ragazzina o un ragazzino Hanako-Kun, lettura leggera e non impegnativa.

(Visited 16 times, 1 visits today)

Mattia Buttiglieri

Mi chiamo Mattia Buttiglieri, ho 24 anni e di mestiere mi occupo di social media. Oltre all'universo manga e anime sono appassionato anche di buona musica, quella di Fabrizio de André. Riesco a scrivere solo di opere che mi tagliano dentro, altrimenti verrebbe fuori qualcosa di non sincero.